E-commerce e format innovativi

30 Aprile 2018

Ecco le sfide per il futuro della Gdo

In un mercato dei consumi saturo e ancora stagnante, caratterizzato da un numero crescente di competitor, l’ammodernamento della rete vendita e la multicanalità sembrano essere, per i gruppi della Grande distribuzione organizzata italiana, due strategie efficaci per acquisire nuove quote di mercato e crescere.

Sfida digitale per Pam Panorama
Anche secondo Gianpietro Corbari, amministratore delegato di Pam Panorama, l’e-commerce è una sfida decisiva per i prossimi anni: «Tutti i principali attori della Gdo si stanno cimentando con questo strumento – osserva –. Anche noi abbiamo stiamo lavorando al lancio di un servizio di vendite online, attraverso una piattaforma che offre sia il sistema “click and collect”, per ritirare la merce in negozio, sia una e-commerce puro. Per i l futuro dovremo però studiare formule davvero innovative per sfruttare tutte le opportunità di un canale che sta crescendo in maniera importante». Parallelamente anche Pam Panorama, che conta oggi oltre 180 punti vendita in tutta Italia, investe sull’ammodernamento e la digitalizzazione della rete. Per il 2018 la società (che fa parte del gruppo Pam, con un fatturato di 2,2 miliardi nel 2017, atteso a 2,3 miliardi per fine anno) ha in cantiere oltre 100 milioni di investimenti per la ristrutturazione e crescita della rete, con dieci nuovi punti vendita entro l’anno, uno dei quali è stato inaugurato pochi giorni fa a Roma. Entro tre anni sarà rinnovata tutta la rete. «I nuovi format sono studiati seguendo le linee che per noi rappresentano il futuro della Gdo – spiega Corbari –: la trasformazione digitale, la sua integrazione nella strategia aziendale e la necessità di investire in piattaforme e competenze digital». Negozio fisico e piattaforma web devono e possono coesistere, Corbari ne è convinto.

MD potenzia la rete
Importanti investimenti anche per il gruppo MD, uno dei principali player italiani nel segmento discount che, con il marchio MD, conta 725 punti vendita in tutta Italia e ha chiuso il 2017 con 2,3 miliardi di euro di ricavi (+9,5%). Tra il 2014 e il 2017 il gruppo ha aperto 38 negozi e format e ristrutturato 130 filiali, con un incremento del 130%. E per i prossimi anni MD prevede di proseguire su questo trend, investendo in particolare su sviluppo della rete e potenziamento dell’offerta dei freschi. «Entro il 2021 contiamo di aprire in media 45 punti vendita l’anno, creando lavoro per altre 2.200 persone – spiega il fondatore e presidente Patrizio Podini – con una media di 550 assunzioni l’anno e un investimento complessivo di oltre un miliardo».

Fonte: ilsole24ore.com