IL PIANO DI MARKETING: COSA È? COME SI FA?

News > Marketing > Il piano di marketing: cosa È? come si fa?

IL PIANO DI MARKETING: COSA È? COME SI FA?

IL PIANO DI MARKETING: COSA È? COME SI FA?

Il piano di marketing o “marketing plan”, è un documento di programmazione, contenente le strategie di business di un’azienda e la definizione dei loro obiettivi raggiungibili in un determinato periodo di tempo.
Esso può riferirsi, più nello specifico, al lancio di un nuovo prodotto oppure quando si vuole accrescere la brand awareness o, ancora, più in generale, quando desideriamo aumentare il fatturato della nostra azienda adottando strumenti digitali del tutto innovativi.
Vuoi imparare a redigere un piano di marketing?  Clicca qui e partecipa al corso di formazione di J-Future! 

Vuoi attuare una strategia di marketing? È necessario un Piano di Marketing!

Al Marketing Manager, spetta il compito di redigere un piano di marketing con l’aiuto di tutto il team. Quest’ultimo ha il ruolo fondamentale di sottolineare eventuali problematiche legate all’infattibilità o all’impossibilità di raggiungimento di determinati obiettivi aziendali, proponendo così miglioramenti ed ottimizzazioni riguardanti anche le attività di marketing.
Fondamentale sarà l’approccio con il cliente che ci permetterà di avere una serie di informazioni traducibili, grazie ai Key Performance Indicators (KPI o indicatori chiave delle performance), in una serie di linee guida utili al perfezionamento del nostro piano di marketing. 
Successivamente alla sua approvazione, il Marketing Plan, rappresenterà la cartina da consultare per percorrere in maniera sicura la strada che ci condurrà alla nostra meta!

Analizziamo insieme, step by step, tutte le fasi di un piano di marketing

Affinché il nostro piano risulti efficiente, è doveroso individuare diverse fasi e diverse azioni di marketing che ci permetteranno di analizzare in maniera più chiara ogni passaggio utile al raggiungimento degli obiettivi aziendali prefissati.
RICORDA: “Massimo rendimento con il minimo sforzo” - Principio di Pareto
  1. Panoramica generale: individuare e spiegare chiaramente, la missione e la visione aziendale, delineando quali sono gli obiettivi (Dove vogliamo arrivare? Chi vogliamo raggiungere?);
  2. Analisi ambiente: analizzando la nostra azienda attraverso un’attenta ricerca di mercato, saremo capaci di sviluppare un focus sulla situazione relativa alla nostra posizione, al nostro segmento, alla nostra quota di mercato, al contesto economico, sociale e demografico in cui operiamo.
    È importante considerare anche la situazione concorrenziale individuando come possono ostacolarci e in che modo possiamo discostarci dai nostri competitors.
Hai mai sentito parlare di Swot Analysis? In questa fase, questo strumento di pianificazione strategica può essere molto utile e chiarificatore nell’individuazione più dettagliata della nostra situazione generale. Così facendo, saremo in grado di comprendere quali sono: Strenght (punti di forza), Weakeness (punti di debolezza), Opportunites (opportunità) e Threats (minacce). Consiglio: Disegna la tua Swot Analysis sotto forma di matrice contenente 4 quadranti, così da avere ben chiaro i punti di forza con le debolezze interne all'azienda e le opportunità collegate alle minacce che possono insorgere (ad esempio obsolescenza delle tecnologie è sempre una minaccia per le aziende, ma l'opportunità sta nella continua Ricerca&Sviluppo di nuovi strumenti che possano migliorare la qualità di vita aziendale e non solo); Vuoi avere maggiori consigli? Iscriviti al nostro corso di formazione 
  1. Strategia di marketing: dopo aver compreso dove ci troviamo, dove vogliamo arrivare e chi vogliamo raggiungere, lo step successivo consisterà nel domandarci: “In che modo vogliamo farlo?” In questa fase si stila il budget a disposizione e le campagne di marketing da programmare (Ad esempio a fronte di un budget mensile di euro 1000,00 cosa è conveniente per la mia impresa? Investire in Google Ads, Social Media o Email Marketing? Sono in grado di gestire da solo questo investimento o dovrei affidarmi ad un'agenzia di marketing professionista?)
A seguito di un’attenta segmentazione di mercato, è consigliabile, “costruire” delle Buyer Personas che incarnino in maniera precisa e dettagliata le caratteristiche del cliente target che abbiamo precedentemente individuato.
Anche il Marketing Mix, ovvero l’insieme delle leve di marketing, (4P: Product, Price, Placement, Promotion), sarà un modello importante per stabilire il prodotto o servizio che offriremo, la sua fascia di prezzo, i canali di distribuzione e le promozioni che attueremo;
  1. Pianificazione e attuazione: in questa fase delineeremo le linee guida per la messa in pratica del nostro piano di marketing, stabilendo quali saranno le giuste tempistiche, le persone designate nello svolgimento dei compiti aziendali e cosa non meno importante, stileremo i costi ed il budget da utilizzare. È necessario ricordare che, tutti questi aspetti, devono essere all’altezza dei nostri obiettivi di crescita aziendale.

A questo punto, non resta che partire!

Monitoraggio e valutazione risultati: successivamente alla messa in atto del nostro piano di marketing, come procederemo?
Come abbiamo precedentemente spiegato, i KPI, saranno fondamentali per l’analisi del nostro andamento e per assicurarci che il piano stia procedendo come previsto. Se così non dovesse essere, sarà fondamentale un’operazione di adattamento per stabilire se, i nostri obiettivi di marketing, sono troppo complessi decidendo eventualmente di riadattarli, semplificandoli o implementando gli investimenti.
 

Tu o la tua azienda volete creare un piano di marketing? Vuoi saperne di più?  Contattaci 

DIGITAL MARKETING PLAN: 3 CONSIGLI PER ATTUARE UNA STRATEGIA DI SUCCESSO

Il digital marketing plan, segue tutte le fasi di un piano di marketing “tradizionale” ma utilizza un approccio differente. Proprio per questo motivo, la strategia sarà incentrata su una comunicazione diretta attraverso l’utilizzo di canali digitali.
Analizziamo insieme 3 aspetti fondamentali che non possono mancare all’interno della nostra strategia digitale.
  1. La concorrenza nel mondo digitale, è più spietata. È necessario, per tale ragione, trasmettere al consumatore delle informazioni chiare e precise che permettano di farci notare. Avvalersi di un’ottima Unique Selling Proposition (USP) può essere un passo vincente per accrescere il nostro business. Consiste sostanzialmente nella comunicazione di in un messaggio che ci permetta di non passare inosservati agli occhi dei consumatori e che sia capace di spiegare in maniera immediata ed intuitiva cosa ci differenzia dalla concorrenza;
  1. Svolgere attività di content marketing, può favorire il nostro vantaggio competitivo accrescendo in maniera positiva le relazioni con i clienti. Questa attività consiste nella creazione e distribuzione di contenuti come ad esempio articoli per il blog pubblicati costantemente. Redigere un piano editoriale, può aiutarci ad essere più organizzati e ad avere la situazione sotto controllo.
Anche in questo caso, ovvero nel mondo digitale, è importante redigere un business plan soffermandoci principalmente su due aspetti:
 
-Descrittivo, analizzando anche di quali risorse umane dobbiamo avvalerci per il raggiungimento di determinati obiettivi aziendali;
-Economico-finanziario in cui valuteremo i costi e la fattibilità delle previsioni prese in esame nella parte descrittiva. In questo caso, possiamo servirci di uno strumento capace di ridurre notevolmente i nostri rischi: il BEP. Il “Break Even Point” consiste in un’analisi tecnica per identificare la quantità di ricavo necessaria a coprire i costi totali.
 
Vuoi diversificare le strategie per il tuo piano di marketing digitale? Te lo insegniamo noi!  Iscriviti al corso di formazione di J-Future. 

Affidarsi a dei professionisti per migliorare la propria azienda

Essere affiancati da figure esperte del settore che lavorano in un agenzia marketing digital multisettoriale, è un ottimo punto di partenza per realizzare in maniera minuziosa, un piano di marketing. In questo modo, avremo la possibilità di sfruttare le competenze specifiche e tecniche di professionisti esperti nel marketing, dotati di strumenti capaci di fornirci in modo più dettagliato dati riguardati l’andamento ed i trend del mercato.
Jcom Italia, agenzia di marketing con sede a Bari e Milano da oltre 22 anni, sarà lieta di accompagnarti in questo nuovo percorso. Clicca qui! 

Condividi su: