RECOVERY PLAN: I NUOVI ESONERI CONTRIBUTIVI PER L’ASSUNZIONE DI DONNE E GIOVANI

14 Gennaio 2021

Il 12 Gennaio Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Recovery Plan secondo cui il Governo utilizzerà alcune risorse del programma REACT-EU italiano per finanziare gli sgravi in caso di assunzione di donne e giovani fino ai 35 anni di età come esplicitato nella legge di Bilancio 2021.

Su queste basi sono stati disposti 466 milioni di euro di cui 340 milioni sono destinati a l’assunzione di giovani che non abbiano compiuto il trentaseiesimo anno di età nel biennio 2021-2022, altri 126 milioni per le assunzioni di donne.

Le misure adottate al Sud hanno una durata di Rolex replica quattro anni per le nuove assunzioni di giovani e prevedono una decontribuzione totale nel limite di 6.000 euro annui per i datori di lavoro privati nelle seguenti regioni: Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna. Le stesse regioni cui è dedicata la decontribuzione Sud al 30% prorogata al 2029.

La manovra è volta a limitare il fenomeno dei licenziamenti in quanto possono usufruire di tale decontribuzione i datori di lavoro che non abbiano proceduto nei sei mesi precedenti, né procedano nei nove mesi successivi a licenziamenti individuali e collettivi di lavoratori inquadrati con la medesima qualifica della stessa unità produttiva.

Le stesse misure valgono per l’assunzione di lavoratrici donne portando ad un incremento occupazionale calcolato sulla della differenza tra il numero dei lavoratori rilevato in ciascun mese ed il numero dei lavoratori mediamente occupati nei dodici mesi precedenti.

Grazie a questi interventi si ipotizza una ripresa, seppur lenta, dei meccanismi di occupazione al fine di colmare nel lungo termine le falle del sistema lavorativo che da decenni tocca l’Italia.

 

 

Fonte: www.gazzettaufficiale.it

 


Le nostre certificazioni.

//